Bonus facciate 2020

Tutto ciò che bisogna sapere per accedere alla detrazione del 90% sulle spese di recupero delle facciate

(Aggiornata al 29 Febbraio 2020)

Nella Legge di Bilancio una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane. Con il bonus facciate un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni”, aveva scritto su Twitter il ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini,

Un 4 miliardi di euro nel 2020: tanto potrebbe valere il bonus facciate convogliando un quinto degli interventi di recupero edilizio realizzati il prossimo anno nel nostro Paese. Questo l’ effetto stimato dalla relazione tecnica di accompagnamento al Ddl di Bilancio

Bonus facciate la manutenzione ordinaria può avere il bonus 2020

Tale bonus è riconosciuto espressamente anche per gli interventi di manutenzione ordinaria, una precisazione che apre alla possibilità di avere il bonus anche quando si ridipinge la propria villetta dello stesso colore, un intervento questo, che non era possibile realizzare avvalendosi del vecchio“ bonus casa”. Il “Bonus casa” o “Bonus ristrutturazioni” è una misura riservata esclusivamente alla manutenzione straordinaria .

Bonus facciate sconto fiscale anche per le case isolate

Invece il bonus facciate prevede un’agevolazione ad ampio raggio in favore del decoro architettonico anche per i fabbricati singoli come le case singole e le villette, per le quali sarà possibile usufruire dello sconto fiscale del 90% anche se si ridipinge semplicemente l’esterno senza cambiare il colore originario. Una occasione da non farsi sfuggire.

BONUS FACCIATE IN BREVE AGGIORNATO 28/02/2020

  • Requisito indispensabile per accedere al Bonus Facciate è che l’immobile sia collocato in zona urbanistica classificata come A o B;
  • Per capire se il tuo immobile si trova in zona A o B bisogna consultare il Piano Regolatore o il Puc del proprio comune, oppure rivolgersi all’ufficio tecnico comunale o chiedere a un professionista tecnico;
  • Bonus facciate sconto fiscale del 90% sull’ammontare della spesa;
  • Lo stato ti restituisce in 10 anni il 90% della spesa sostenuta. In altri termini la spesa si recupera in 10 rate annuali di pari importo, vuol dire che ogni 100 euro spesi lo stato te ne restituisce 9 per un decennio; 
  • Bonus facciate è valido anche per la semplice manutenzione ordinaria, (tinteggiature ecc);
  • Bonus facciate non prevede  vincoli sugli interventi che possono essere agevolati;
  • Bonus facciate i lavori devono riguardare l’intera facciata del palazzo;
  • Bonus facciate la detrazione del 90% per i pagamenti che saranno effettuati dal 1° gennaio prossimo;
  •  Bonus facciate il pagamento dei lavori dovrà essere effettuato con bonifico parlante; 
  • Ha diritto del bonus facciate anche un familiare convivente del proprietario o del detentore dell’edificio oggetto dell’intervento (il coniuge o parenti entro il terzo grado oppure affini entro il secondo grado);
  • Sono esclusi dal bonus facciate gli interventi straordinari sul tetto, sulle coperture e sui lastrici solari;
  • Sono esclusi dal bonus facciate con detrazione al 90% gli infissi, porte, finestre, balconi ecc.
  • Sono esclusi dal bonus facciate anche i sistemi di oscuramento, tende e schermature;

BONUS FACCIATE TUTTI GLI INTERVENTI DETRAIBILI

In linea generale si può dire che qualsiasi intervento che riguarda:

  • il recupero della facciata;
  • il restauro della facciata;

Tutti gli interventi che rientrano in tale categorie sono detraibili inclusi tutti quei lavori che rientrano nella fattispecie di ” manutenzione ordinaria”

Pertanto sono detraibili i seguenti gli interventi in facciata di:

  • La semplice tinteggiatura;
  • Il rifacimento di marmi di facciata;
  • Il rifacimento delle ringhiere;
  • Il rifacimento dei balconi;
  • La sostituzione delle grondaie;
  • Opere contro l’umidità o le infiltrazioni d’acqua che riguardano la facciata e i suoi aggetti, terrazze balconi ecc.

Rientrano in detrazione anche tutti gli elementi impiantistici presenti sulla facciata (cavi che portano il segnale televisivo, pluviali, illuminazione)

COME EFFETTUARE IL PAGAMENTO DEI LAVORI PER AVVALERSI DEL BONUS FACCIATE, BONUS CASA E ECOBONUS. 

Il pagamento dei lavori deve essere effettuato tassativamente con bonifico parlante, mentre per le altre spese oneri di urbanizzazione, competenze tecniche è possibile utilizzare anche altre modalità.

Nel bonifico bisogna indicare:

  • il codice fiscale del disponente;
  • il codice fiscale o il numero di partita Iva dell’impresa beneficiaria;
  • gli estremi della legge che consente la detrazione es. Bonifico per detrazioni previste dall’art. ______ del Dpr ______ ;
  • E’ sempre preferibile inserire nella causale il riferimento alla fattura che viene pagata, per evitare equivoci,  e creare un collegamento diretto tra bonifico e saldo della specifica fattura.
Esempio di bonifico parlante per accedere alle detrazione del bonus facciate

Se per caso si commette qualche errore nella compilazione del bonifico, niente paura si può ovviare con una dichiarazione sostitutiva della ditta, nello specifico l’agenzia delle entrate dice che:

“Se per errore è stato effettuato un bonifico diverso da quello dedicato o non sono stati indicati sul bonifico tutti i dati richiesti, e non è stato possibile ripetere il bonifico, la detrazione spetta solo qualora il contribuente sia in possesso di una dichiarazione sostitutiva di atto notorietà rilasciata dall’ impresa, con la quale quest’ultima attesta che i corrispettivi accreditati a suo favore sono stati correttamente contabilizzati ai fini della loro imputazione nella determinazione del reddito (circolare n. 43/2016).”

BONUS FACCIATE IN CAMPANIA

In campania come da più parti evidenziate il bonus facciate potrebbe comportare una svolta radicale per il decoro di intere parti di città. Il bonus facciate potrebbe portare grandi benefici soprattutto nei i centri storici di Napoli, di Salerno, di Eboli e dei centri minori della province. Il recupero e il restauro delle facciate è sempre stato in questi anni, soprattutto in Campania per la cronaca mancanza di risorse, posto all’ultimo posto nella scala dei valori degli interventi di recupero e di restauro sugli edifici. In primo luogo, e giustamente, se optato per intervenire sulle parti strutturali, sui collegamenti, sul risparmio energetico, posticipando l’intervento in facciata in un secondo tempo, in attesa di tempi migliori. Ma una facciata  fatiscente, comporta un imbruttimento dell’area in cui e posto l’edificio, e quando vi sono più edifici con facciate fatiscenti, questi determinano un imbruttimento dell’area, con un deprezzamento del valore  degli immobili , pertanto questo bonus potrebbe  innescare un processo di riqualificazione di intere aree di città. La Campania con il suo immenso patrimonio storico artistico non dovrebbe farsi sfuggire questo importante incentivo anche in vista di un rilancio turistico della regione. Bene questo questo è il momento di intervenire sul recupero e restauro delle facciate in tutta la Campania, approfittando di un bonus che non è mai stato così alto ben il 90% ricordando inoltre che sarà un incentivo a tempo, valevole solo per alcuni anni.

Contattaci, per maggiori informazioni sul bonus facciate o per un preventivo per ristrutturare la tua facciata avvalendoti del bonus facciate.

    BONUS CASA (MANUTENZIONE STRAORDINARIA)

    Ristrutturazioni ancora per un anno al 50%

    Per questi ultimi interventi sono confermate anche per il 2020 le aliquote e le regole attuali. Resta anche il tetto massimo di 96.000 euro per i lavori sui singoli immobili, e la possibilità di ottenere anche le detrazioni maggiorate per il sisma bonus e gli interventi che al consolidamento dell’immobile aggiungono quelli di risparmio energetico.

    ECOBONUS

    Anche per l’ecobonus per il prossimo anno non ci sono novità. Restano quindi le aliquote differenziate al 50% e al 65% a seconda della tipologia di impianto che si acquista, e i diversi tetti di spesa che vanno dai 30.000 ai 100.000 euro per chi riqualifica l’intero immobile.

    BONUS MOBILI

    Chi ha ristrutturato nel 2019 o ha in programma interventi di questo tipo nel 2020 potrà continuare a contare sulla possibilità di acquistare mobili, elettrodomestici ed altri arredi con lo sconto fiscale del 50%. La scadenza dell’agevolazione, infatti, è stata spostata in avanti di 12 mesi, senza altre sorprese.

    BONUS VERDE

    Nel disegno di legge, invece, non c’è traccia del rinnovo della detrazione del 36% per il rifacimento delle aree verdi. Chi ha in programma di risistemare il giardino, di installare un nuovo impianto di irrigazione o di realizzare un pergolato dovrà programmare le spese per questi ultimi due mesi se vuol, avere certezza di poter usufruire della detrazione.

    Contattaci per preventivi e consulenze gratuite, compilando il modulo sottostante. Eseguiamo lavori nel centro sud Italia principalmente in Campania a Salerno e provincia, siamo specialisti nell’esecuzione di lavori di recupero e restauro su ville, case antiche e dimore di pregio.