Realizzazioni e arredamento tavernette

REALIZZAZIONE E ARREDAMENTO TAVERNETTE

Realizziamo tavernette su progetto studiato dal nostro architetto, progetti per tavernette di charme in grado di ricreare l’atmosfera calda e accogliente che hai sempre desiderato, grazie all’uso magistrale dei materiali, lavorati con passione dai nostri artigiani la pietra, il legno, il mattone, il ferro battuto; siamo in grado grazie alla nostra esperienza nel trasformare il locale più anonimo nella cantinetta che hai sempre desiderato.Possiamo realizzare e arredare la tua tavernetta fornendoti un servizio chiavi in mano, dal progetto alla realizzazione di tutti gli elementi camini, cucine in muratura, archi, volte, solai in legno, porte e complementi d’arredo in ferro battuto; fino all’arredo completo con mobili artigianali fatti come una volta belli solidi e duraturi, tavoli rustici, panche, credenze cantinette climatizzate in legno dove conservare i tuoi preziosi vini.

Cuore di ogni tavernetta è il camino, per questo potrai scegliere il camino che più rispecchia le tue esigenze scegliendo tra la nostra raccolta di camini storici tratti da palazzi nobiliari o casali di campagna di cui faremo una fedele riproduzione nella tua casa.

Come realizzare e arredare una tavernetta rustica gli elementi indispensabili

  • Il camino per la tavernetta
  • La pavimentazione per la tavernetta
  • Il soffitto per la tavernetta
  • Come rivestire le pareti della tavernetta
  • Il tavolo per la tavernetta
  • Il divano per la tavernetta
  • La Dispensa
  • Mobile per i vini
  • Grande arco in mattoni
  • Legno grezzo
  • Sedie in paglia
  • Panche
  • Plaid a quadrettoni

La tavernetta in stile rustico come si realizza

La tavernetta è un luogo di svago e di riposo dove rifugiarsi per stare in tranquillità o per passare una serata in compagnia di vecchi amici, a mangiare e bere.
La tavernetta è in genere situata al piano più basso della casa, che anche il più isolato e quello che garantisce maggiore tranquillità, rispetto agli scocciatori.
Spesso la tavernetta viene ricavata o da un locale garage in disuso o in una cantina poco sfruttata.

La tavernetta i consigli dell’architetto

La tavernetta nasce come luogo informale appartato rispetto al resto della casa dove rilassarsi in tranquillità da soli o in compagnia degli amici. La tavernetta  rispetto alla funzione d’uso tradizionale rilassarsi e mangiare in compagnia è andata via via a soddisfare i diversi bisogni, della famiglia, in primo luogo il bisogno di svago.  Molto spesso quindi un area della tavernetta è dedicata agli hobby del padrone. Tra le destinazione d’uso di una parte della tavernetta è quella destinata al cinema e alla televisione, in quanto riesce a soddisfare un pubblico variegato che va dal cinefilo più accanito, allo sportivo, che vuole vedere le partite di calcio, di basket, ecc in tutta tranquillità o in compagnia di amici, senza essere disturbato.

La palestra nella  Tavernetta

La forma fisica sta diventando quasi un ossessione per la società moderna, e coinvolge spesso tutta la f amiglia, ciò ha determinato la creazione all’interno della casa  di una zona destinata all’attività fisica. I vantaggi della palestra nella taverna di cosa  sono non dover spostarsi per andare in palestra e non essere vincolato ad orari.  E quale è il  luogo più adatto per esercitarsi se non la tavernetta. Per realizzare una palestra all’interno della tavernetta necessita di uno spazio di  di 6/7 mq, non possono mancare all’interno della palestra della tavernetta un tapis roulant, una  cyclette,  un attrezzo multiuso per i pesi e un tappetino e una corda per gli esercizi a corpo libero. Per rendere la palestra in taverna più piacevole   può essere arricchita da un pozzo luce con alcune piante grasse e una fontana

 

decorativa, alcuni specchi a tutta altezza che danno luce dilatano l’ambiente e utili per verificare la corretta esecuzione degli esercizi, alcune piante rampicanti o da un acquario  alcune gigantografie che rimandano alla vita in natura, foreste cascate daranno un senso di ariosità e di freschezza alla vostra palestra.

La sala giochi in taverna

Abbiamo detto che la tavernetta è il luogo prediletto per rilassarsi e il gioco è uno dei modi più antichi e più efficaci. Tantissimi sono coloro che scelgono di  inserire all’interno della loro tavernetta il loro gioco preferito, l’esempio più classico è trovare all’interno della tavernetta il tiro con le freccette o il tavolo da  biliardo. I possibili giochi da inserire sono infiniti, dal ping pong, al calcio balilla, dal flipper al tavolo professionale per il gioco delle carte. Se poi non si hanno problemi di spazio e di capitale si può prendere esempio  dai miliardari americani con tavernette dove si trova di tutto, dalle piste da bowling, al campo di palla a canestro, a quello di minigolf.

 

 

 

L’arredamento della tavernetta quali materiali utilizzare

L’arredamento della tavernetta lo stile per antonomasia  della tavernetta è lo stile rustico o country che e prevedono l’uso di colori caldi e materiali naturali questi sono tutti i materiali che una volta venivano detti poveri , come il legno, la pietra, il ferro, il cotto, il mattone, la pelle, il cuoio, il rame.
La superficie di questi materiali deve essere poco lavorata e poco rifinita caratteristiche che ritroviamo negli elementi realizzati a mano, che hanno nella loro scabrosità e nelle loro imperfezioni la loro bellezza.

La tavernetta consigli pratici

In base alle norme comunali e nazionali i locali da adibire a tavernetta per essere abitabili devono avere dei requisiti minimi, come l’altezza minima, un rapporto tra le superficie finestrata e il pavimento, un vespaio aerato, questi requisiti fanno ottenere al locale l’abitabilità.
Siccome la tavernetta è nel locale più basso della casa quindi anche quello più vicino al terreno bisogna porre attenzione ad alcuni aspetti legati a due fattori principali la muffa e l’umidità.
Prima di iniziare a pensare come realizzare la cantinetta bisogna fare un piccola indagine, e controllare il locale da adibire a taverna presenta tracce di umidità o vi è la presenza di muffe.
Se vi sono tracce di umidità o di muffa bisogna indagare per comprendere quali sono le cause che determinano l’umidità e la muffa.
Per stabilire il tasso di umidità del locale si può far uso di un igrometro, uno strumento simile a un termometro che misura il tasso di umidità presente nel locale, se il tasso di umidità del locale va dai 40% ai 55% allora il locale è l’ideale per una tavernetta. Se invece l’umidità va dai 70% al 80% il vostro locale non è adatto a realizzare una tavernetta ma è più consono per realizzare una cantina vini, oppure necessità di un serio intervento di deumidificazione.
In genere una percentuale di umidità così elevata si riscontra in locali con pareti e pavimento contro, terra, cioè prive di intercapedine di aerazione.
Se il pavimento o le pareti presentano tracce di umidità è bene eseguire tutti gli interventi necessari prima di iniziare a realizzare la tavernetta, onde evitare che dopo realizzata la tavernetta si deve disfare quanto fatto, per realizzare interventi di impermeabilizzazione.
Il problema delle muffe, molto spesso è causato da una cattiva ventilazione del locale e da una scarsa illuminazione e può essere risolto con l’apertura in posti strategici del locale di piccole finestre o prese d’aria, o in alternativa con un sistema meccanico di ventilazione, realizzabile con poche centinaia euro, che garantisca un ricambio costante dell’aria presenta nell’ambiente.

Il camino per la tavernetta rustica

Gli elementi indispensabili per una tavernetta rustica sono un grande camino rustico in pietra o in mattoni e la trave in legno legno o in pietra serena. Il camino è fondamentale in quanto oltre a riscaldare il camino per la tavernetta rustical’ambiente con il calore, la fiamma stessa crea un’atmosfera unica, la bocca del camino deve essere ben larga per poter posizionare la griglia per gli arrosti e consentire la corretta intercettazioni dei fumi.
La realizzazione di un camino è molto complessa, la sua realizzazione completamente a mano, risulta essere abbastanza macchinosa, e non sempre garantisce il perfetto tiraggio dei fumi. Noi di Antiche Officine Artigiane, consigliamo di realizzare sempre il caminetto avvalendosi come base di partenza di un focolare monoblocco di realizzazione industriale, poiché è la soluzione che garantisce la realizzazione di un camino con un perfetto tiraggio dei fumi, in quanto le dimensioni della cappa e della bocca del focolare sono state perfettamente progettate e proporzionate ed è la casa stessa di produzione che ne garantisce la perfetta aspirazione. In commercio ne esistono di infinite forme e dimensioni, e di diversi materiali, con costi molto contenuti. Questo focolare poi può essere rivestito in maniera del tutto personale, utilizzando la pietra, il mattone, il legno, magari riutilizzando antichi pezzi di recupero rinvenuti durante le demolizioni.

La pavimentazione ideale per una tavernetta rustica

Le pavimentazioni ideali per una tavernetta rustica possono essere diverse e ognuna va scelta in base alle caratteristica del locale.
Per una tavernetta che ha poco luce l’ideale è una pavimentazione in pietra calcarea, il top sarebbero i basoli in pietra, ma vanno benissimo anche i tranci di pietra calcarea, o anche se siamo contrari al finto si potrebbe optare per alcune mattonelle finta pietra, veramente ben fatte che ultimamente si trovano sul mercato. Il colore chiaro della pietra calcarea e la sua superficie irregolare riflettono la luce e donano quel sapore rustico inimitabile.
Per le tavernette abbastanza luminose è possibile optare per  la pavimentazione in mattoni o listelli di cotto disposti a spina di pesce, sono molto resistenti e possono essere abbinati a tratti di pavimentazioni in pietra. Il vantaggio di questo tipo di pavimentazione, sia della pietra che del mattone, e che può essere realizzato sia all’interno, che all’esterno della tavernetta, nel caso di ville e di case di campagna, realizzando una continuità tra interno e esterno molto interessante.
L’altro must delle pavimentazione per la tavernetta, è il cotto, scegliendo tra le sue mille varianti e formati, andando sempre a preferire i piccoli formati per ambienti di piccole dimensioni.
Una variante molto apprezzata soprattutto per le case al mare o comunque della costa è il cotto con decori in ceramica di Vietri.
L’altra pavimentazione molto apprezzata per le tavernetta soprattutto in ambiente montano o in città, è il tavolato o in alternativa il parquet rustico, avendo la possibilità di scegliere l’essenza del legno e la sua colorazione, il tavolato o il parquet rustico può andare bene sia per tavernette con poca luce, che per quelle luminose.

Il soffitto ideale per una tavernetta rustica

Il soffitto è un altro elemento determinante per una tavernetta a regola d’arte.
Tralasciando quei pochi fortunati che si ritrovano il soffitto della cantinetta a volte in pietra o mattoni, o quei pochi che si possono permettere tali realizzazioni.
Noi di Antiche Officine Artigiane, preferiamo la soluzione tradizionale delle antiche case di campagna o dei centri storici, dove il solaio era realizzato con travi di castagno sbozzate e tavolato soprastante sempre in castagno, soluzione che hanno garantito la solidità di questi edifici per secoli.
L’alternativa toscana, per il soffitto prevede travi di castagno, mentre il tavolato in legno viene sostituito con tavelle o pianelle in cotto, il top sono le tavelle fatte a mano e cotte a legna.
Altra possibilità per dare maggiore luce alla tavernetta è l’uso delle sole travi in legno, mentre il tavolato, quando non ha funzione portante può essere realizzato, anche in cartongesso o in altro materiale intonacato di bianco, contrasto tra il legno scuro e il bianco è molto piacevole e rilassante.
L’altra soluzione è il soffitto rivestito con assi in legno anche di recupero, che donano calore e danno quell’aspetto vissuto molto ricercato, con costi di realizzazione ragionevoli.

Come rivestire le pareti della tavernetta

Le pareti della tavernetta devono essere rivestite   in base alla disposizione dei diversi elementi, il camino, la cucina il tavolo.
Il consiglio che possiamo dare è alternare le pareti, mai farsi prendere la mano e rivestire tutte le pareti con pietra o mattoni, l’ambiente diventerebbe troppo pesante,  rimpicciolendo l’ambiente, la soluzione giusta è alternare. In linea di massima  scegliere due tipologie di trattamento delle pareti e usarle in modo alternato, oppure rivestire due pareti che formano l’angolo in pietra e lasciare il resto del locale semplicemente imbiancato.
Se optate per un camino in pietra meglio optare per la parete dove questo si appoggia, con intonaco bianco, la bellezza del camino risalterà di più dal contrasto dei materiali.
Evitate di sovraccaricare la tavernetta usando troppi materiali di rivestimento diversi, se  amate il colore utilizzate delle tinte pastello ma sempre facendo un uso moderato e accorto.

Come illuminare la tavernetta rustica

L’illuminazione di una tavernetta va attentamente studiata per garantire la giusta atmosfera, l’ideale è disporre di un 3 set di luce.
Una grande luce centrale come luce di illuminazione principale, per un ambiente country un lampadario a ruota. Un secondo set di luci d’atmosfera, che potrebbero essere delle plafoniere a muro, molto belle sono quelle realizzate con coppi di recupero posti in verticali. da utilizzare a luce centrale spenta e con camino acceso, che donano un’illuminazione soffusa e che esaltano la bellezza della fiamma del camino.
In ultimo potrebbe essere carino un filo di luce costituite da tante lampadine unite da un filo tipo festa di paese, da appendere da un lato all’altro della tavernetta in occasioni particolari feste, compleanni e festeggiamenti vari.

Come arredare la tavernetta rustica

Nella tavernetta in stile country non può mancare un grande tavolo in legno grezzo dall’aspetto vissuto con delle belle panche sempre in legno.Un grande divano in pelle vissuto o rivestito con tessuto a quadrettoni con tanti cuscini comodi dove potersi rilassare in tutta comodità e alcuni plaid da utilizzare nelle fredde sere d’inverno. Una vecchia dispensa dove conservare salumi e formaggi e per i più esigenti un tavernetta in legno dove esibire la collezione di vini.
In ultimo in una tavernetta rustica non può mancare una cucina in muratura dove poter preparare pranzi e cene per gli amici in tutta tranquillità e  senza dovere fare la spola dalla cucina principale al piano superiore e senza doversi preoccupare di sistemare .

Trucchi e consigli per arredare la tavernetta

Tavernetta piccola e poco luminosa?
Gli specchi sono la soluzione giusta, se poi hanno la cornice in legno rustica, in assi sbozzate saranno insostituibili, poiché ampliano gli spazi e riflettono la luce. Per non appesantire troppo l’ambiente usati pochi arredi di gusto e tessuti chiari e leggeri, che non appesantiscano l’ambiente.
Colorare una parete con colori tenui molto chiari o neutri dare l’impressione di maggiore profondità.Scegliere una pavimentazione di un piccolo formato contribuirà a dare la sensazione di maggiore spazio. Soffitto della tavernetta basso?
Inserite degli elementi verticali quali specchi, librerie o decori dalla forma stretta e lunga possibilmente a tutta altezza questi elementi slanceranno l’ambiente aumentando la percezione di altezza della stanza.

Come rendere la tavernetta più bella ed accogliente ?
Inserite nella vostra tavernetta delle piante, queste daranno ariosità all’ambiente contribuendo a sanificare l’aria, molte sono le piante che vivono benissimo con poca luce tra queste Sanseveria,Spatifillo, Zamioculcase

Come arredare la tavernetta in stile rustico

 

Come arredare la tavernetta in stile country

 

Come arredare la tavernetta in stile industriale

 

Come arredare la tavernetta in stile inglese